ARTI Regione Puglia
Cerca nel sito
Calendario Eventi
« Settembre - 2017 »
LuMaMeGiVeSaDo
 010203
04050607080910
11121314151617
181920222324
252627282930 





 


Intervista a  Daniele Rutigliano, CEO della web agency Aproweb. Nell’ambito dei Percorsi di Accompagnamento Personalizzato (PAP) sarà il Mentore della start up Portale E-commerce.

di Valentina Parente




Laureato in Informatica e comunicazione digitale all’Università degli Studi di Bari, Daniele Rutigliano dal 2005 guida Aproweb, la sua web agency. Aproweb progetta e realizza soluzioni ed applicazioni web come siti web dinamici, e-commerce e siti istituzionali, e offre servizi di web marketing per aumentare la visibilità nei motori di ricerca. Grazie alla sua esperienza nel settore, insegna Web Marketing presso diverse scuole di formazione.


Dott. Rutigliano, lei ha aperto la sua web agency ormai più di 10 anni fa. Come si è evoluta in questi anni Aproweb? E come si è evoluto l’approccio delle aziende nei confronti dell’e-commerce?
10 anni fa ero uno studente laureando. Ho aperto partita IVA qualche mese prima della mia seduta di laurea. In realtà ho iniziato a fare esperienza durante gli esami di maturità quando fui contattato dal portiere dell'AC Milan, Christian Abbiati, per rendere ufficiale un sito web creato per gioco e passione. Fu quel treno ad aprirmi le porte della mia carriera.
Dopo aver lavorato per qualche anno da solo e da casa, ho deciso di aprire un piccolo ufficio da 40 mq e da quel momento ho iniziato a creare un team.
In questi anni il mercato è cambiato molto e sempre più aziende si avvicinano al mondo delle vendite online.   


Lei, oltre alla sua attività imprenditoriale, si dedica anche moltissimo alla formazione tanto da aver anche  pubblicato un libro dal titolo “E-commerce vincente”.  Quali sono i trucchi per avere successo nel web, e quali per avere successo nell’e-commerce?
Alla base di tutto è necessaria molta analisi e molta strategia. Analisi in fase di pianificazione, sia con un sito web aziendale che con un e-commerce, e strategia in fase di attività di marketing per differenziarsi dalla concorrenza. Una frase che uso spesso è “cura dei dettagli”. Aiuta tantissimo, sia nel web che nella vita.


Qualche anno fa i clienti che acquistavano on line erano una nicchia molto limitata. Ora, invece, si compra in mobilità con le App (si prenotano hotel e viaggi, si acquistano beni di consumo ma non solo) e si utilizzano i canali social per ascoltare le esigenze dei propri clienti e per condividere i propri acquisti e le proprie esperienze. Lungo quali traiettorie viaggerà l’e-commerce del futuro?
Nel futuro (in realtà accade già oggi) non ci sarà distinzione tra offline e online (si parla di “multicanalità”). Noi tutti avremo oggetti multimediali addosso (“wearable device”, leggasi “iWatch”) attraverso i quali poter acquistare qualcosa con un movimento del corpo, con un dito o con il pensiero. Questi strumenti saranno in grado di identificare esattamente gli oggetti di fronte a noi e di aggiungerli alla nostra lista dei desideri o al nostro carrello (di Amazon?). La merce ci arriverà a casa grazie ad un drone o ad un amico (cercate “Amazon On my way”).



La start up che affiancherà si chiama Portale E-commerce e si occupa della vendita on line di oggetti di design con elevata qualità ergonomica. Quali sono le principali difficoltà che ha incontrato nella fase di start up di Aproweb?
Nei primi anni ho avuto grosse difficoltà in fase di management. Essere alla guida di un'impresa (soprattutto in Italia) non è facile. Gestire tempo, risorse, budget e clienti da solo e senza esperienza lavorativa (non ho mai lavorato in un'altra azienda!) ha richiesto sforzi, sacrifici, errori e tanta tenacia. Alla fine però sto raccogliendo i meritati frutti.