ARTI Regione Puglia
Cerca nel sito
Calendario Eventi
« Maggio - 2018 »
LuMaMeGiVeSaDo
 010203040506
07080910111213
14151617181920
222324252627
28293031 





Il progetto ILO Puglia

Il progetto ILO Puglia è una misura prevista nell'Accordo di programma quadro per la Ricerca fra la Regione Puglia ed il MIUR. Viene attuato dall'ARTI (Agenzia Regionale per la Tecnologia e l'Innovazione). Si propone di dotare la rete degli Atenei pugliesi (già riuniti all'interno del progetto NILO del MUR) di un complesso di strumenti e risorse di carattere stabile per il trasferimento tecnologico. Tali strumenti e risorse risultano nel loro insieme finora solo parzialmente disponibili, sia pure a fronte di alcune esperienze di rilievo nei singoli Atenei.
Il progetto avrà termine il 31.12.08.

In particolare gli obiettivi del progetto sono :

  1. dotare le cinque università pugliesi di uffici stabili per la valorizzazione del proprio patrimonio scientifico (ILO - Industrial Laison Office);

  2. impiegare il patrimonio di ricerca già disponibile nelle università e non ancora valorizzato per innovazioni di prodotto, crescita di nuova impresa e di occupazione nei settori ad elevato contenuto di conoscenza, attraverso brevetti, licenze e spin off;

  3. accrescere dunque l'impatto delle spese di ricerca universitarie sul complessivo sviluppo economico ed imprenditoriale della Puglia e migliorare la collaborazione tra strutture pubbliche.

Il progetto si connota per un modello di trasferimento tecnologico che fa leva su:

  • la centralità degli Atenei come motore principale della produzione della conoscenza scientifica e come primo elemento del processo di trasferimento tecnologico;

  • la messa in rete di strumenti comuni, e la standardizzazione di procedure per favorire la cooperazione fra gli Atenei e la razionalizzazione nell'impiego delle risorse;

  • l'esistenza di una rete regionale sostenibile nel tempo, di uffici fra loro coordinati;

  • un forte ruolo attribuito alla proprietà intellettuale in tutte le sue forme come strumento per la valorizzazione dei risultati della ricerca;

  • l'affidamento su licenza delle tecnologie come uno degli strumenti principali di trasferimento;

  • azioni per favorire la nascita e soprattutto la crescita delle imprese spin-off della ricerca;

  • la ripartizione dei ruoli (nel quadro di un coordinamento assicurato dalla presenza dell'ARTI), tra i vari soggetti che in Puglia svolgono la funzione di raccordo tra ricerca e industria; questi uffici favoriranno a valle l'azione di strutture più vicine alle imprese, quali centri di competenza, distretti tecnologici, parchi scientifici, cui forniranno conoscenze scientifiche e tecniche da trasferire alle imprese.

Il progetto è organizzato conseguentemente in diverse attività, relative alla organizzazione interna ed esterna degli uffici, al licensing e all'attività di spin-off, nonché alcune attività trasversali.

In particolare, nel progetto sono previste attività volte a:

  • creare industrial liaison office (o Ufficio per il Trasferimento Tecnologico, che dir si voglia) nelle università pugliesi con piene capacità gestionali e operative nei processi di valorizzazione della ricerca e trasferimento tecnologico e garantirne l'efficacia e la sostenibilità nel tempo;

  • dotare tali uffici il sistema di strumenti negoziali e operativi per realizzare operazioni di trasferimento tecnologico dalla ricerca verso il mercato;

  • favorire la nascita di nuove imprese spin-off nonché la crescita di quelle di recente costituzione;

  • favorire l'estensione brevettale.

Notevole importanza, tra le attività trasversali, riveste l'affiancamento del personale delle Università: (a) del personale tecnico-amministrativo, al fine di dotarlo delle necessarie competenze per la gestione dei processi di trasferimento tecnologico, (b) del personale impiegato nelle attività di ricerca, comunque inquadrato, al fine di contribuire alla conoscenza e utilizzo degli strumenti, che servono per proteggere i risultati e dare l'avvio alle attività cooperative con l'industria. In tutti e due i casi, l'obiettivo è anche quello di un accrescimento professionale del personale amministrativo e di ricerca, con conoscenze che normalmente i curricula universitari non forniscono.

II progetto presenta volutamente un elevato livello di integrazione con le attività previste dal progetto NILO, predisposto dagli Atenei pugliesi e ammesso al co-finanziamento MUR sulla base della misura originariamente prevista dall'art. 12 del P.N.R. (2004-2006). In particolare, l'integrazione si realizza nelle attività di :

  • segnalazione all'esterno delle competenze esistenti all'interno degli Atenei;

  • utilizzazione del portale dell'ARTI, assieme a quelli dell'Università, per contenere tutte le informazioni e tutti gli strumenti, secondo un'ottica di condivisione delle risorse.

Per informazioni: ILOPuglia@arti.puglia.it

 

 

Visualizza
Il protocollo d'intesa per l'avvio delle attività previste nel Progetto ILO Puglia, firmato lunedì 23 luglio 2007


 

Visualizza
Delibera di Giunta n. 499 del 24 aprile 2007 relativa all'approvazione dello Schema di Convenzione tra la Regione Puglia e l'ARTI per l'intervento denominato
"Industrial Liaison Office (ILO Puglia)"